Correzione cicatrici

In generale quando siano esteticamente poco accettabili, possono essere migliorate.

Descrizione

In generale quando siano esteticamente poco accettabili, possono essere migliorate.
Ogni incisione della pelle porta ad una cicatrice.
La qualità della cicatrice dipende da moltissimi fattori, esterni (meccanismo del trauma, gravità del danno locale, direzione della ferita, contaminazione della ferita, vitalità dei tessuti al momento della sutura, tipo di sutura, complicazioni nella guarigione, esposizione al sole, ecc) e del paziente (tipo di pelle, caratteristiche individuali di guarigione e di cicatrizzazione).
Le cicatrici possono essere esteticamente accettabili e poco visibili oppure molto evidenti.

In generale quando siano esteticamente poco accettabili, possono essere migliorate.

In base alla ragione che le rende molto visibili, le cicatrici si possono migliorare con trattamenti medici o chirurgici.

Cicatrici “a rastrelliera” ove siano visibili i segni dei vecchi punti di sutura in direzione perpendicolare alla direzione della cicatrice. Possono essere corrette con la asportazione e la risutura.

Cicatrici depresse o che aderiscono ai piani profondi (esiti di appendicectomia, esiti di parti cesarei, ecc) possono essere corrette o con la asportazione e la risutura oppure con il trapianto adiposo (lipofilling).

Cicatrici retraenti: spesso sono cicatrici che hanno una direzione perpendicolare a una piega di una articolazione. Possono essere corrette con la asportazione e la risutura possibilmente cambiandone la direzione.

Cicatrici diastasate: si verificano quando una cicatrice una volta lineare, si allarga divenendo ovale. Queste sono più frequenti in zone del corpo ove ci sia tensione sulla pelle (dorso, articolazioni, ecc)

Cicatrici ipertrofiche e cheloidee: sono cicatrici esuberanti (una cicatrizzazione anormale ed eccessiva) che possono essere causate da molti fattori, principalmente dalla predisposizione individuale. Più frequenti in regione sternale e dell’orecchio, in soggetti con pelle più scura. Possono essere migliorate, in base al tempo intercorso dalla comparsa, con medicazioni o con infiltrazioni di corticosteroidi.

Cicatrici da piercing: dopo la rimozione di un piercing è frequente che restino dei segni evidenti. Tipicamente una cicatrice retraente, affossata, quasi “un buco”, brutta da vedere e con la quale può essere difficile convivere. La si può correggere cosi da mimetizzare il risultato in una rughetta naturale.



Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Correzione cicatrici”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare…